Beautiful active senior couple running together outside in sunny autumn nature

La paura fa 90? No, in realtà è l’esercizio fisico

Uno studio olandese, pubblicato sulla rivista Journal of Epidemiology & Community Health, ci svela quale sia uno dei possibili segreti della longevità. La ricerca, condotta nell’ambito dello studio Netherlands Cohort Study, ha coinvolto 7807 uomini e donne che nel 1986 avevano un’età compresa tra i 55 e i 69 anni.

I partecipanti sono poi stati monitorati nel tempo fino al compimento dei 90 anni o alla morte (qualunque dei due avvenimenti fosse arrivato prima). All’inizio dello studio, i ricercatori hanno raccolto alcune informazioni dei soggetti arruolati, come il peso (a quell’età e a 20 anni), l’altezza, la quantità di attività fisica praticata nelle attività comuni di tutti i giorni (come il giardinaggio, la passeggiata col cane, il tragitto in bicicletta per andare al lavoro). In particolare, sono state considerate tre fasce di attività fisica quotidiana: meno di 30 minuti, dai 30 ai 60 minuti, e più di 90 minuti al giorno.

Questi elementi sono stati poi messi in correlazione con la probabilità di raggiungere i 90 anni di età durante lo studio. Altri fattori, come l’abitudine al fumo, il consumo di alcol, l’introito calorico e il livello di istruzione sono stati considerati come potenziali fattori di confondimento. Ebbene, circa il 17% degli uomini e il 35% delle donne coinvolti nello studio hanno raggiunto i 90 anni.

Tra gli uomini, coloro che svolgevano più di 90 minuti di attività al giorno avevano il 39% di probabilità in più di festeggiare il 90° compleanno rispetto a coloro che si muovevano per meno 30 minuti al giorno. E ogni 30 minuti extra di attività fisica quotidiana conferiva un 5% in più di probabilità di diventare novantenni. Nelle donne, la relazione tra attività fisica e longevità si è dimostrata meno lineare. Infatti, sebbene fare attività fra i 30 e i 60 minuti al giorno fosse associata a un 21% di probabilità in più di raggiungere i 90 anni, sembrava esserci una soglia ideale di attività quotidiana: un’ora al giorno di attività fisica si associava alla più alta probabilità di soffiare sulle fatidiche novanta candeline. Nelle donne si osservava anche un’altra curiosità.

Le donne più alte, quelle che all’inizio dello studio pesavano di meno e quelle che dai 20 anni di età avevano messo su meno chili, avevano una più alta probabilità di arrivare ai 90 anni rispetto alle partecipanti più basse e pesanti. In particolari, le donne più alte di 175 cm avevano il 31% in più di probabilità di raggiungere quota 90 rispetto alle donne alte meno di 160 cm. Nessuna di queste associazioni è stata riscontrata nei  soggetti di sesso maschile.

Lo studio, sebbene con le sue importanti limitazioni, rafforza alcuni dei pilastri della longevità: muoversi di più nelle attività di tutti i giorni (e cercare di non prendere troppo peso dopo l’adolescenza, soprattutto se si è donne) aiuta ad arrivare lontano, non solo nello spazio, ma anche nel tempo.

Lloyd Brandts, Piet a Van Den Brandt. Body size, non-occupational physical activity and the chance of reaching longevity in men and women: findings from the Netherlands Cohort Study. Journal of Epidemiology & Community Health, 2019 DOI: 10.1136/jech-2018-211410